Kia XCeed: un crossover spazioso che non ha set

Translating…

La Kia XCeed motorizzata col 1.6 turbodiesel da 136 Cv in una prova dedicata a bagagliaio e consumi di carburante. Si carica tanto, bene e fermandosi poco alla stazione di servizio

Alessandro Pinto

Quando una X da incognita diventa certezza: la Kia XCeed, il tassello più recente della famiglia Ceed, promette di allargare i volumi di vendita della casa coreana andando incontro alle attuali esigenze di mercato. Look raffinato da crossover moderno, versatilità, sicurezza ed efficienza. Sono le colonne portanti del progetto XCeed, con la X a contrassegnare l’appartenenza al segmento dei crossover che in Europa occupa stabilmente il podio delle auto più vendute. Coreana di taglia media, molto europea visto che è stata disegnata nel centro stile Kia di Francoforte e viene prodotta nello stabilimento slovacco di Žilina, pronta a dare battaglia ad una concorrenza folta ed agguerrita che nel vecchio continente ha radici solide e profonde. Al lancio era disponibile con tre motorizzazioni a benzina da 120 a 204 Cv di potenza, due varianti a gasolio da 115 o 136 Cv e un listino che parte da 22.750 euro. Ora l’offerta è stata allargata con la versione ibrida plug-in spinta dal powertrain composto dal quattro cilindri 1,6 litri, un motore elettrico da 60 Cv e un pacco batteria ai polimeri di litio da 8,9 kWh: la potenza complessiva è di 141 Cv, mentre la coppia massima è di 265 Nm. La protagonista della nostra prova consumi è la versione con il diesel 1.6 CRDi da 136 Cv DCT Evolution con cambio automatico a sette rapporti, il top di gamma proposto al prezzo di 32.750 euro.

Kia XCeed: un design a prova di carico

—  

Kia XCeed è lunga 4.395 mm, cioè 85 mm in più rispetto a Ceed 5 porte, è più larga di 26 mm, per un totale di 1.826 mm. Pur senza tradire il family feeling della casa, dalla berlina si smarca anche a livello stilistico, nonostante poggi sullo stesso pianale. Un look figlio del designer francese Gregory Guillaume, più sofisticato ed evoluto, ma senza sovraccarichi di dettagli che andrebbero ad incidere sulla filosofia stilistica di Kia, poco incline alle esagerazioni. Nel caso della XCeed lo stile è anche andato incontro alla praticità, da sempre una virtù delle Kia. Un esempio concreto è la linea del tetto, spiovente verso il retro per sottolineare l’impostazione dinamica, ma non tanto da penalizzare lo spazio per la testa degli occupanti che siedono dietro. La posizione inclinata del portellone posteriore, con apertura elettrica, non penalizza l’accessibilità del bagagliaio da 426 litri, ben sfruttabili anche grazie ad una soglia di carico posta a 75 cm dal suolo. Abbattendo il divano posteriore, con frazionamento 60:40, si raggiungono i 1.378 litri di capacità che permettono di stipare a bordo oggetti lunghi 155 cm con una certa facilità. Il pianale è ben sfruttabile anche in altezza, considerato il vano a due livelli che offre più spazio ai bagagli o permette di ricavare un ampio vano portaoggetti al di sotto. In sostanza, la Kia XCeed offre performance di carico da monovolume, pur essendo un crossover di fascia media con una leggera impostazione da coupé.

Kia XCeed: sospensioni e sterzo

—  

L’ambizione di sottrarre clienti ai modelli di taglia maggiore non può separarsi da quella di offrire una guida appagante, poggiata su una specifica dotazione tecnica e meccanica che permette l’allineamento tra look sportivo e prestazioni. La maneggevolezza della XCeed è figlia di un lavoro di affinamento su sospensioni e sterzo effettuato durante lunghe sessioni di test svolti in diverse condizioni climatiche e, soprattutto, su fondi stradali molto diversi tra loro. Un contributo decisivo arriva dal tipo di sospensioni portate al debutto dal nuovo crossover, dotate di nuovi fine corsa idraulici che ottimizzano lo smorzamento sull’assale anteriore. Le ottimizzate fasi di compressione ed estensione degli ammortizzatori anteriori giocano a favore del comfort nel filtrare con efficacia le asperità delle superfici irregolari, riducendo notevolmente i contraccolpi tipici del tradizionale fine corsa meccanico. Per il resto lo schema di sospensioni indipendenti è lo stesso degli altri modelli della famiglia Ceed, ma con una taratura più morbida del 7% all’avantreno e del 4% al retrotreno. La consistenza del comparto sospensioni giova anche allo sterzo, reso diretto e reattivo dalla taratura effettuata sull’unità di controllo elettronico del servosterzo. L’obbiettivo dei tecnici Kia era di ottenere la stessa reattività della Ceed berlina, in aggiunta al livello di assistenza del servosterzo incrementato per rendere più leggera la sterzata e ridurre così l’affaticamento nelle lunghe percorrenze.

La prova consumi del crossover Kia XCeed

—  

Abbiamo voluto portare la Kia XCeed diesel 1.6 CRDi da 136 Cv in uno dei pochi terreni generalmente ostici ai crossover, quello dei consumi, per vedere quanta sostanza c’è sotto il design accattivante della carrozzeria. In autostrada, a 130 km/h si viaggia a 2.200 giri con una marcia fluida che va a braccetto con un comfort di buon livello al quale contribuisce un’insonorizzazione impeccabile. La media rilevata è 17,9 km al litro, abbastanza vicina al dato dichiarato di 19 km. Il 1.6 turbodiesel si mostra elastico e pronto nella risposta, ben assecondato dal cambio a doppia frizione DCT dagli innesti dolci e discretamente rapidi. In linea, dunque, con il DNA di un’auto votata al dinamismo e al comfort ma che non è stata concepita per avere velleità sportive. Il comportamento del propulsore, così come quello dello sterzo, viene influenzato dalle due modalità di guida selezionabili: Normal e Sport. Quest’ultima permette di divertirsi anche tra le curve, dove il rollio è minimo, mentre la prima premia la massima efficienza, anche in città, dove i consumi rilevati sono stati poco inferiori ai 16 km al litro.

KIA XCEED, PREGI E DIFETTI

—  

Piace: un crossover moderno che abbina il look grintoso ad un telaio reattivo, ma che convince soprattutto per le qualità del motore diesel e del cambio doppia frizione a sette rapporti, un mix che porta comfort nei lunghi viaggi.
Non piace: la visibilità posteriore è limitata dalla forma inclinata del lunotto, compensata peraltro dalla presenza di una videocamera.

Scheda tecnica Kia Xceed 1.6 CRDi 136 Cv DCT Evolution

—  

Motoreturbodiesel 4 cilindri 1.598 cc
Potenza136 Cv a 4.000 giri
Coppia massima320 Nm a 2.000 giri
Trazioneanteriore
Trasmissionecambio automatico doppia frizione sette rapporti
Dimensionilunghezza 4.395 mm; larghezza 1.826 mm; altezza 1.495 mm; passo 2.650 mm
Peso1.365 kg in ordine di marcia
Capacità bagagliaio426-1378 litri
Velocità massima198 km/h
Accelerazione0-100 km/h in 10,1 secondi
Consumi4,4 l/100 km nel ciclo combinato
Emissioni CO2117 g/km
Prezzo 32.750 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lees Verder

Plaats een reactie