Hyundai Sonata: la tecnologia della berlina ibrida con pannelli solari

Translating…

L’ottava generazione diHyundai Sonataè quella della “maturità”: la berlina “midsize” del marchio coreano – non venduta da noi – si rinnova abbracciando i più recenti stilemi Hyundai, a cominciare dall’enorme calandra anteriore“cascading grille”che si estende a tutta larghezza, disegnando un frontale aggressivo che non potrebbe piacere a tutti, lo stesso vale per gli scenograficigruppi ottici a LED, con unaluce diurna che si “arrampica” fino sul cofanointegrandosi con un vistoso listello cromato esteso fino alla base dei finestrini. La linea è slanciata e funzionale al miglioramento delle prestazioni aerodinamiche, dal momento che questa è anche un’auto ibrida. A questo proposito, sono due le grandi novità introdotte daHyundai Sonata Hybrid.

PANNELLI SOLARI A TUTTA SUPERFICIE

L’efficienza aerodinamica data dalla carrozzeria bassa e slanciata fa il paio con il nuovoimpianto fotovoltaicoinstallato sul tetto di Hyundai Sonata Hybrid.Due pannelli solarioccupano l’intera superficie del tetto della vettura e il loro compito è quello di catturare più luce solare possibile al fine di ricaricare il piccolo pacco batterie.

La vettura è unafull hybrid(in Hyundai utilizzano la definizione di Hybrid Electric Vehicle), dunque le batterie si ricaricano solamente in frenata e in rilascio, senza la possibilità di ricarica esterna tramite presa di corrente. Grazie all’ampia superficie, a fronte di un’esposizione ai raggi solari di6 ore al giorno, Hyundai ha calcolato che è possibile percorrere1.300 km all’annosolamente con l’energia rinnovabileconvertita dai pannelli fotovoltaici.

HYUNDAI ASC: CAMBIO AUTOMATICO OTTIMIZZATO PER L’IBRIDO

Hyundai Sonata Hybrid è inoltre la prima vettura del Gruppo Hyundai Kia a dotarsi dellanuova tecnologia Active Shift Control|Hyundai e Kia ibride: con la tecnologia ASC cambiate più fluide e meno consumi|. Tutto ruota attorno alla trasmissione automatica: per la prima volta al mondo il Gruppo Hyundai punta ad ottimizzare l’efficienza del cambio attraverso un monitoraggio continuo dei cambi marcia, ad un ritmo di500 volte al secondo. Questo consente di adattare in modo preciso la velocità di rotazione del cambio (un automatico a 6 rapporti) pervelocizzare i tempi di cambiata(ridotti del 30%) e allungare la vita della trasmissione.

In particolare, ciò avviene mediante la sincronizzazione tra i giri del motore e quelli della trasmissione, resa possibile tramite un controllo specifico della centralina del sistema ibrido (Hybrid Control Unit). Migliorano anche le prestazioni: la combinazione tra il motore2 litri GDi da 152 CV e 188 Nme il piccolo motore elettrico da38 kW (51 CV) e 205 Nmrisulta in una potenza complessiva di195 CV, con consumi di benzina che si attestano intorno ai20,1 km/l(dati riferiti al ciclo di omologazione vigente in Corea del Sud).

CONNETTIVITÀ E ADAS

Nuova Hyundai Sonata Hybrid si può aprire direttamente appoggiando lo smartphone alla maniglia attraverso la funzioneDigital Key, che si serve del protocolloNFC(Near Field Communication) per abbinare in sicurezza i dispositivi alla vettura (il raggio d’azione è di pochi centimetri). Grazie all’app (e alla tecnologia Bluetooth Low Energy) è inoltre possibile gestire da remoto le serrature, l’antifurto e anche l’accensione del motore. Infine, sempre dasmartphone, è possibilecondividere l’utilizzo dell’autocon amici e parenti.

A livello di ADAS, Sonata Hybrid prevede non solo la suite di dispositivi classici (cruise control adattivo, controllo dell’angolo cieco e controllo di corsia), ma anche ilForward Collision-Avoidance Assiste ilLane Follow Assist. Il primo prevede riconoscimento pedoni e frenata automatica, il secondo è invece un avanzato sistema di mantenimento della corsia: l’auto viene mantenuta esattamente al centro delle due linee di demarcazione tra 0 e 145 km/h, sia in autostrada che in città.

Lees Verder

Plaats een reactie